MEDITAZIONE VS. MASTURBAZIONE

autoerotismo

L’altro giorno parlavo con una mia collega, la quale salita in cattedra, mi decantava orgogliosa i numerosi vantaggi del fare meditazione. Si era scaricata un’app di un santone indiano e diceva che se non meditavi almeno mezz’ora al giorno eri un fallito totale. ‘Vedi, io faccio così, snocciolava:

– mi metto sul letto, sempre alla stessa ora,
– lancio l’app e imposto l’ora,
– chiudo gli occhi,
– mi rilasso,
– azzero il cervello,
– medito.
Quando ho finito la mia mente è libera, non sono più stressata e ricomincio alla grande’.

Io la guardavo parecchio perplessa e le dicevo che ero troppo materialista e razionale per crederci anche poco. Ma che tutto sommato anche io facevo una cosa molto simile, ottenendo gli stessi identici risultati:
– mi metto sul letto, sempre più o meno alla stessa ora,
– lancio Tumblr,
– socchiudo gli occhi, diciamo uno aperto e uno chiuso,
– mi rilasso
– azzero il cervello,
– mi masturbo con dovizia.

Lei è scoppiata a ridere, ed io con lei.