Cacciatrice

cacciatrice

Il primo contatto è sempre molto eccitante. E’ po’ come quando guidi in mezzo al traffico e riesci passare avanti a tutti, dosando con fermezza e spregiudicatezza l’acceleratore e il freno. Io godo anche così. Mi basta guadagnare due minuti prima del solito, in bollatrice. E’un traguardo del cazzo, ma alla fine sono una ragazza semplice.

La ricerca su internet, tipo detective di quart’ordine è un’altra cosa che mi eccita. Le parole giuste, i tag, le keyword, la selezione, gli scarti. Alla fine è anche una parte del mio lavoro. Ci sono dentro da… cazzo da troppi anni. Non riesco manco a fare una semplice sottrazione. Era il ’99, l’anno della tesi. Quando sono riuscita a scrivere di mio forse tre paragrafi. Tutto il resto l’ho preso a piene mani. Perché cazzo devo consumarmi io se c’è qualcuno che l’ha fatto prima e meglio di me? Del resto il tema era talmente innovativo e ora farebbe talmente tanto ridere, che già il titolo all’epoca faceva scalpore. Parlava di internet, di ecommerce, di portali web. Robe che all’epoca erano fantascienza, almeno nella mia università di fighetti, figli della FIAT e giù di lì. Ma non era questo il punto.

Parlavo di ricerca. Su alcune cose sono quasi autistica. Mi fisso su argomenti che spulcio, approfondisco, gratto,ci infilo la testa, la fica, i piedi. Vado in overdose e poi serafica abbandono. Devo aver preso da mio padre. And this is not a good sign! Comunque ora ci sono dentro fino al collo: blog a fondo sessuale. Questa è la mia bottiglia, al momento. Ne ho trovati a fiumi, ma pochi per cui valesse la pena perdere tempo. Tempo ne ho, in alcuni momenti della giornata. Ho scartato con metodo quelli romantici, buonisti, che rispettano le regole borghesi, quelli spocchiosi, finti, come un finto orgasmo da film porno. E dire che io adoro i porno. Ho scartato le poesie erotiche che mi fanno catapultare la testa nel water. Mi spiace per ora non aver trovato uno scritto da una donna, anche lesbica, per dire. C’è sempre una vena romantica, una sottesa voglia di cercare il principe azzurro. Odio gli stereotipi di genere. Li combatto tutti i giorni. Sono tatuati nei cervelli del popolo. Li odio proprio. Ma non è questo il punto, ora.

Parlavo del primo contatto. E’ un po’ come scrivere le lettere di accompagnamento insieme al cv. Non puoi scrivere le solite stronzate anonime. Sono una che ci mette impegno e passione. Sono precisa, cerco di non dimenticare i dettagli. Ci provo, anche perché dopo aver cliccato ‘invio’ le rileggo e le trovo patetiche. Ma il salto nel buio è un’altra cosa che mi eccita da morire. Per cui vabbè, anche se sembro l’ennesima segaiola, ci provo lo stesso. Poi la rileggo ancora e penso che dai non sono andata così male. In realtà sul web sono molto più aggressiva di quello che sono nella realtà. Ma questo è un altro discorso e penso che ci accumuni un po’ tutti. O forse no.

Dopo che ho premuto invio inizia il sabato del villaggio. Anche questo è puro godimento. L’attesa. I dubbi. Forse ho scritto troppe cazzate tutte insieme. Invece no. In genere funziona. La mia autostima cresce e tutto ciò è parecchio deleterio per il mio ego. E c’è la prima risposta.  A qual punto m’incorono per 30 secondi cacciatrice. E inizia il gioco.

Annunci

9 pensieri su “Cacciatrice

  1. Demonio

    I primi contatti sono divertenti però certe volte sono anche urticanti nel senso che quando ti imbatti in quella che fa le crociate contro i segaioli del web, contro le donne che s mostrano ecc ecc e poi scopri essere esattamente come coloro che pubblicamente disprezza…beh…io non resisto e mando affanculo se sono con le palle girate!Altre volte invece tiro un pò la corda e vedo fin dove arriva ma poi mi stanco.

    Liked by 1 persona

      1. Demonio

        Penso che sia vero anche se,una volta ero un pò come te. Mi piaceva cercare nelle chat, quelle del primo internet in cui c’era molta curiosità e meno ragazzini in giro! Oggi è tutto diverso e , ovviamente parlo da uomo, cercare e cacciare è quasi impossibile visto che ogni potenziale donna ha centinaia di messaggi al giorno che ovviamente non legge più e cestina direttamente. Da uomo è forse meglio frequentare supermercati,bar e compagnia bella se vuoi trovare qualcosa!:-D

        Liked by 1 persona

      2. Demonio

        In effetti quando ho visto il tuo commento ed il tuo nick ho pensato: nooo…staia vedere che quella testa di cazzo (un mio odiato collega…) mi ha trovato pure qui!!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...